Wall Street & Piazza Affari sotto pressione, Tassi in salita

chiusura di borsa
Wall Street chiude martedì 27 settembre 2022 in netto ribasso e segna un nuovo minimo di breve per Dow Jones ed S&P 500, salvo per ora il Nasdaq. Azionario sotto pressione, obbligazioni sotto pressione e tutta colpa dei rendimenti decennali che salgono senza sosta. Il Rendimento del Treasury USA 10 anni spaventa gli investitori di Wall Street e così il 10TY è salito a 3.90% e si prepara per la volata verso la resistenza del 4%! Rendimenti così alti non si vedevano dal 2003 al 2008. L'indice azionario misto tra Value e Growth S&P 500 è sceso a 3.623,29 durante la sessione del cash, al di sotto del precedente minimo intraday del mercato ribassista di area 3.636 fissato a metà giugno. Il Dow Jones index è sceso ai livelli di 29.134,99 nonostante l'ottima apertura rialzista. Unico indice di Wall Street a rimbalzare è stato Nasdaq che è salito dello 0,25% a 10.829,50 punti. L'S&P 500 è negativo del 24,3% mentre il Dow Jones è sceso del 21,2% mentre il Nasdaq ha superato tutti con il suo -33%. Piazza Affari tenta in tutte le maniere di recuperare il terreno perso ed il Ftse Mib chiude in calo dell'1,16% sotto il supporto dei 21000 punti. Piazza Affari soffre, tutta colpa del rendimento decennale italiano ancora in rialzo ed in area di 4,7%, sale anche lo spread a 252 punti circa.
Wall Street chiude martedì 27 settembre 2022 in ribasso e segna un nuovo minimo di breve per Dow Jones ed S&P 500, salvo per ora il Nasdaq.

A Wall Street l’azionario è sotto pressione, le obbligazioni sono sotto pressione ed tutta colpa dei rendimenti decennali che salgono senza sosta a causa dell’intreccio inflazione tassi centrali!

Il Rendimento del Treasury USA 10 anni spaventa gli investitori di Wall Street e così il 10TY è salito a 3.90% e si prepara per la volata verso la resistenza del 4%! Rendimenti così alti non si vedevano dal 2003 al 2008.

Wall Street 10YT

L’indice azionario misto tra Value e Growth S&P 500 è sceso a 3.623,29 durante la sessione del cash, al di sotto del precedente minimo intraday del mercato ribassista di area 3.636 fissato a metà giugno.

Il Dow Jones index è sceso ai livelli di 29.134,99 nonostante l’ottima apertura rialzista.

Unico indice di Wall Street a rimbalzare è stato Nasdaq che è salito dello 0,25% a 10.829,50 punti.

L’S&P 500 è negativo del 24,3%  mentre il Dow Jones è sceso del 21,2% mentre il Nasdaq ha superato tutti con il suo -33%.

Piazza Affari tenta in tutte le maniere di recuperare il terreno perso ed il Ftse Mib chiude in calo dell’1,16% sotto il supporto dei 21000 punti.

Piazza Affari soffre, tutta colpa del rendimento decennale italiano ancora in rialzo ed in area di 4,7%, sale anche lo spread a 252 punti circa. 

egui la videointervista a Sante Pellegrino di Giulia Brambilla su FinanzaNowTV

NON PERDERE I PROSSIMI APPUNTAMENTI DI FORMAZIONE CON SANTE PELLEGRINO & WEBANK
Market timing, i pattern operativi di Thomas DeMark

Tom DeMark è considerato da molti operatori professionali “La Star” dell’Analisi Tecnica. Professionista apprezzato per le sue capacità operative e l’eccellente tecnica di analisi grafica, tra i suoi estimatori ci sono colleghi del calibro di Larry Williams, Joseph Granville ma anche filantropi del calibro di Michael Bloomberg fondatore e CEO Bloomberg.
Tom DeMark ha sviluppato tecniche di trading utili a tutte le tipologie di operatori, traducendo in maniera semplice e comprensibile l’analisi tecnica e l’unione di oscillatori, indicatori e pattern per formare segnali operativi robusti e duraturi.

Sante Pellegrino spiegherà ed illustrerà le sue principali tecniche con esempi operativi applicati al mercato reale Azionario, Obbligazionario e dei principali Futures delle Materie Prime, delle Valute e Indici.

Share the Post:

Related Posts