Spread sale, la Sterlina crolla e l’Italia tifa la Meloni.

Closing Bell
Spread a 265 punti tutta salita per un +14% mentre il rendimento decennale italiano quota sopra il 4.70% a + 8.50%. L'Italia alle urne per il turno elettorale del 25 settembre ha scelto Fratelli d'Italia con a capo la Meloni, le borse sembrano non gradire tranne Piazza Affari. La sterlina tocca i minimi storici contro il dollaro, il Pound preoccupa e non solo il Regno Unito, panico a Wall Street e riunione d'urgenza della Bank of England che dichiara guerra all'inflazione. Lo spread ha superato le resistenze di area 265 punti ad un passo dall'accelerazione rialzista che potrebbe dirottare lo spread sino alla prossima area di resistenza di 300 punti. A spingere sull'acceleratore dello spread è il rendimento decennale italiano diretto verso nuovi massimi ovvero area 5%. Per Piazza Affari quotazioni in balia della volatilità, siamo scesi in apertura sino al supporto di area 20800 punti e tentiamo il ritorno sopra la resistenza di area 21000 punti subendo però la pressione ribassista. Tioli che rimbalzano o vendite all'orizzonte? Positivi gli industriali tra cui Stellantis +1,91%, Iveco +2,19%, Stm +1,02% e Cnh Industrial +1,77%. Rialzo anche per Tim che chiude a 0.1850 eurocent per azione a+2,61%, tra i bancari in recupero FinecoBank recupera le resistenze di area 13 euro per azione ma viene respinto sino a chiudere a 12.80 euro. NON PERDERE LA FORMAZIONE DI SANTE PELLEGRINO & WEBANK SEGUI IL LINK https://www.youtube.com/watch?v=iBmBDDkUddQ
Spread a 265 punti tutta salita per un +14% mentre il rendimento decennale italiano quota sopra il 4.70% a + 8.50%.

L’Italia alle urne per il turno elettorale del 25 settembre ha scelto Fratelli d’Italia con a capo la Meloni, le borse sembrano non gradire tranne Piazza Affari.

La sterlina tocca i minimi storici contro il dollaro, il Pound preoccupa e non solo il Regno Unito, panico a Wall Street e riunione d’urgenza della Bank of England che dichiara guerra all’inflazione.

Lo spread ha superato le resistenze di area 265 punti ad un passo dall’accelerazione rialzista che potrebbe dirottare lo spread sino alla prossima area di resistenza di 300 punti.

A spingere sull’acceleratore dello spread è il rendimento decennale italiano diretto verso nuovi massimi ovvero area 5%.

Spread
Spread

Per Piazza Affari quotazioni in balia della volatilità, siamo scesi in apertura sino al supporto di area 20800 punti e tentiamo il ritorno sopra la resistenza di area 21000 punti subendo però la pressione ribassista.

Tioli che rimbalzano o vendite all’orizzonte?

Positivi gli industriali tra cui Stellantis +1,91%, Iveco +2,19%, Stm +1,02% e Cnh Industrial +1,77%.

Rialzo anche per Tim che chiude a 0.1850 eurocent per azione a+2,61%, tra i bancari in recupero FinecoBank recupera le resistenze di area 13 euro per azione ma viene respinto sino a chiudere a 12.80 euro.

SEGUI LA VIDEO INTERVISTA DI SANTE PELLEGRINO E GIULIA PISCINOLA SU FINANZANOW.TV

NON PERDERE LA FORMAZIONE DI SANTE PELLEGRINO & WEBANK

Share the Post:

Related Posts