Disastro Italia, Draghi fiducia ma…”non a pancia piena”!

Disastro Italia
Disastro Italia! Draghi ottiene la fiducia ma con il 'non voto' di Forza Italia, Lega e M5s. Draghi stamane si è limitato a raccontare la cronistoria della sua nomina a Premier, ed ha così passato nelle mani dei "Politici" la scelta della prosecuzione di quello che doveva essere il "Governo di unità Nazionale". Bene il disastro Italia si consuma quando arrivano i dati del voto e cioè: - 95 voti si - 38 voti no Il tutto mentre i grillini ed alcuni senatori di Forza Italia e Lega "non votanti" partecipavano da spettatori passivi a quello che verrà ricordato come il peggior teatrino politico d'Italia. Da buon tecnico Draghi già nelle prime ore di domattina potrebbe tornare da Mattarella per alzare bandiera bianca e dirottare il paese verso nuove elezioni ad ottobre. Borsa ha già dato segnali di forte debolezza con i prezzi in caduta libera sin dal primo pomeriggio. Ftse Mib a -3.87%, Spread a +5% e titoli in picchiata! Ma la conferma del disastro Italia arriverà ANALISI TECNICA FINANZIARIA DI PIAZZA AFFARI Il Ftse Mib ha superato una resistenza oltre la quale potrà spingersi ancora in avanti e non poco. La view di Sante Pellegrino. Il Ftse Mib sta portando avanti il recupero partito dai nuovi minimi toccati la scorsa settimana. Quali i possibili scenari ora? A causa della crisi di Governo, il Ftse Mib purtroppo ha aggiornato i minimi dell'anno, toccando un bottom pericoloso verso area 20.000. Poteva anche finire peggio perchè c'è un supporto da consolidare a 19.580 punti e questo livello andrà toccato prima o poi perchè andrà a chiudere un gap e uno strappo rialzista che ha aiutato l'indice a salire nell'ultima fase toro tra fine 2020 e l'intero 2021. Fortunamente il Ftse Mib sta rimbalzando per una serie di considerazioni, tra cui la pausa estiva e la ripresa delle volatilità che si devono scaricare necessariamente prima di consolidare l'ultima gamba rialzista attesa in autunno. Per ora quindi godiamoci la pausa estiva, evidenziando che l'area dei 20.000 è fondamentale per il Ftse Mib. L'unico pericolo sarà una crisi di Governo definita, perchè Mario Draghi non è un uomo politico, ma una figura centrale non solo in Italia ma anche in Europa. Indubbiamente l'attuale premier serve al nostro Paese, un indice di volatilità che in questo momento storico può fare da bussola per gli altri mercati. LEGGI L'ARTICOLO CLICCA SUL LINK  https://www.trend-online.com/mercati/ftse-mib-enel-saipem-eni-generali-stm/ Guarda le Lezioni precedenti con la Formazione Gratuita di Sante Pellegrino e WeBank Tecniche di trading intraday: le metodologie di breakout Relatore: Sante Pellegrino In questa sessione insieme a Sante Pellegrino studieremo le tecniche di breakout per operare intraday. 1-2-3 High Low, Ledge e Hook, estremamente utili per operare in congestioni o in tendenza. SEGUI IL LINK E GODITI LA VIDEOLEZIONE https://youtu.be/sD4vl-x-ZB0
Disastro Italia! Draghi ottiene la fiducia ma con il ‘non voto’ di Forza Italia, Lega e M5s.
Draghi stamane si è limitato a raccontare la cronistoria della sua nomina a Premier, ed ha così passato nelle mani dei “Politici” la scelta della prosecuzione di quello che doveva essere il “Governo di unità Nazionale”.
 
Disastro Italia
Disastro Italia
ANSA/LAPRESSE/POOL/ROBERTO MONALDO
 
Bene il disastro Italia si consuma quando arrivano i dati del voto e cioè:
 
– 95 voti si
– 38 voti no
 
Il tutto mentre i grillini ed alcuni senatori di Forza Italia e Lega “non votanti” partecipavano da spettatori passivi a quello che verrà ricordato come il peggior teatrino politico d’Italia.
 
Da buon tecnico Draghi già nelle prime ore di domattina potrebbe tornare da Mattarella per alzare bandiera bianca e dirottare il paese verso nuove elezioni ad ottobre.
 
Borsa ha già dato segnali di forte debolezza con i prezzi in caduta libera sin dal primo pomeriggio.
 
Ftse Mib a -3.87%, Spread a +5% e titoli in picchiata!
 
Ma la conferma del disastro Italia arriverà domattina con lo Spread e BTP che molto probabilmente faranno ballare le poltrone dei politici. 
 
 
Il Ftse Mib ha superato una resistenza oltre la quale potrà spingersi ancora in avanti e non poco. La view di Sante Pellegrino.
Il Ftse Mib sta portando avanti il recupero partito dai nuovi minimi toccati la scorsa settimana. Quali i possibili scenari ora?

A causa della crisi di Governo, il Ftse Mib purtroppo ha aggiornato i minimi dell’anno, toccando un bottom pericoloso verso area 20.000.

Poteva anche finire peggio perchè c’è un supporto da consolidare a 19.580 punti e questo livello andrà toccato prima o poi perchè andrà a chiudere un gap e uno strappo rialzista che ha aiutato l’indice a salire nell’ultima fase toro tra fine 2020 e l’intero 2021.

Fortunamente il Ftse Mib sta rimbalzando per una serie di considerazioni, tra cui la pausa estiva e la ripresa delle volatilità che si devono scaricare necessariamente prima di consolidare l’ultima gamba rialzista attesa in autunno.

Per ora quindi godiamoci la pausa estiva, evidenziando che l’area dei 20.000 è fondamentale per il Ftse Mib.

L’unico pericolo sarà una crisi di Governo definita, perchè Mario Draghi non è un uomo politico, ma una figura centrale non solo in Italia ma anche in Europa.

Indubbiamente l’attuale premier serve al nostro Paese, un indice di volatilità che in questo momento storico può fare da bussola per gli altri mercati.

LEGGI L’ARTICOLO CLICCA SUL LINK 

 

Guarda le Lezioni precedenti con la Formazione Gratuita di Sante Pellegrino WeBank
Tecniche di trading intraday: le metodologie di breakout

Relatore: Sante Pellegrino

In questa sessione insieme a Sante Pellegrino studieremo le tecniche di breakout per operare intraday1-2-3 High Low, Ledge e Hook, estremamente utili per operare in congestioni o in tendenza.

SEGUI IL LINK E GODITI LA VIDEOLEZIONE https://youtu.be/sD4vl-x-ZB0

Share the Post:

Related Posts