wall street

29 ottobre 1929, crolla Wall Street è il “martedì nero”

Il Crollo di Wall Street del 1929: L’Inizio della Grande Depressione

Il 29 ottobre 1929, noto come il “Martedì Nero,” segna un momento cruciale nella storia economica e politica degli Stati Uniti e del mondo intero. Questa data storica rappresenta l’inizio della Grande Depressione, una delle crisi economiche più devastanti e influenti del XX secolo. Questo crollo non fu semplicemente un evento finanziario, ma una tempesta perfetta di fattori economici, politici e sociali che ebbero conseguenze profonde.

Gli Anni ’20: Prosperità ed Illusioni

All’inizio degli anni ’20, gli Stati Uniti vivevano un periodo di grande prosperità e spensieratezza, noto come l’Età del Jazz. La produzione industriale in serie e l’uso della rateizzazione avevano trasformato il modo in cui le persone vivevano, con l’ascesa dei consumi di massa e il sogno americano che sembrava essere realtà. Tuttavia, dietro questa facciata di benessere, c’erano gravi disuguaglianze economiche. La distribuzione del reddito era profondamente squilibrata, con una piccola elite che controllava la maggior parte delle ricchezze, mentre molte famiglie vivevano al di sotto della soglia di povertà.

wall street 29 ottobre 1929

La Speculazione e il Martedì Nero

La bolla speculativa stava gradualmente gonfiando il mercato azionario, con molte persone che investivano in azioni sperando di ottenere guadagni facili e rapidi. Il valore delle azioni era cresciuto in modo sproporzionato rispetto alla salute economica delle aziende, creando una situazione insostenibile. Il 24 ottobre 1929, noto come il “Giovedì Nero,” il valore delle azioni iniziò a scendere, provocando il panico tra gli investitori. Cinque giorni dopo, il 29 ottobre, il “Martedì Nero” vide la vendita di oltre 15 milioni di azioni, causando una perdita di valore di circa 10 miliardi di dollari. Questo evento segnò l’inizio della Grande Depressione.

Diffusione della Crisi e Conseguenze Globali

La crisi del 1929 non si limitò agli Stati Uniti ma si diffuse in tutto il mondo. Le conseguenze sociali e politiche furono gravi, con un aumento della disoccupazione, della povertà e la crescita del nazionalismo e del fascismo in Europa. La crisi colpì duramente l’intera economia globale e segnò gli anni ’30 fino alle soglie della Seconda Guerra Mondiale.

wall street 29 ottobre 1929

Il New Deal di Franklin D. Roosevelt

Nel 1933, Franklin D. Roosevelt divenne presidente degli Stati Uniti e introdusse il New Deal, un piano di riforme economiche e sociali. Questo piano prevedeva interventi pubblici nei settori bancario, industriale, agricolo e lavorativo, oltre a misure di assistenza e stimolo alla domanda. Sebbene il New Deal non risolse completamente la crisi, contribuì a stabilizzare l’economia e migliorare le condizioni di vita degli americani.

wall street 29 ottobre 1929

La Grande Depressione: Un Cambiamento Epocale

La Grande Depressione del 1929 fu una crisi economica epocale che ebbe conseguenze profonde sull’America e sul mondo intero. Oltre alle implicazioni economiche, la crisi influenzò la politica, la società e la cultura. La disuguaglianza economica e la speculazione finanziaria fecero emergere questioni di fondo che avrebbero plasmato il futuro.

In conclusione, il crollo di Wall Street del 1929 è stato un evento che ha segnato la storia economica e politica del XX secolo. È servito da monito sui pericoli della speculazione finanziaria e delle disuguaglianze economiche e ha ispirato una serie di riforme e politiche che hanno plasmato il futuro degli Stati Uniti e del mondo intero. La Grande Depressione è stata un momento di profondo cambiamento e apprendimento dalla storia economica.

Curiosità sulla Grande Depressione del 1929:

  1. Il “Giovedì Nero” e il “Martedì Nero”: I giorni principali del crollo della Borsa di Wall Street furono il 24 ottobre 1929 (noto come il “Giovedì Nero”) e il 29 ottobre 1929 (il “Martedì Nero”). Questi due giorni furono tra i più drammatici della storia economica e rappresentarono l’inizio della Grande Depressione.
  2. La Maledizione del Numero 13: Alcuni ritengono che il crollo di Wall Street sia stato influenzato da una superstizione legata al numero 13. Il 29 ottobre 1929 cadde un martedì, ed essendo il 13º giorno del mese, questa combinazione di “martedì 13” potrebbe aver contribuito alla paura e all’ansia degli investitori.
  3. Borsa Sospesa: Durante il “Martedì Nero,” la Borsa di New York fu costretta a sospendere le negoziazioni per alcune ore per cercare di riportare la calma tra gli investitori. Questo è uno dei rari casi in cui la Borsa è stata chiusa durante una sessione di negoziazione a causa di intense vendite.
  4. Il New Deal: L’intervento di Franklin D. Roosevelt per affrontare la Grande Depressione portò alla creazione del “New Deal,” un programma di riforme che comprendeva progetti di lavoro pubblico, regolamentazioni finanziarie e aiuti sociali. Questo piano rappresenta uno dei primi esempi significativi di intervento del governo nell’economia per stimolare la ripresa.
  5. Effetti Sociali e Culturali: La Grande Depressione ha lasciato un’impronta indelebile sulla cultura popolare dell’epoca. Opere letterarie come “Il Grapes of Wrath” di John Steinbeck e il cinema di quegli anni riflettono la disperazione e le difficoltà del periodo.
  6. Il Ritorno della Birra: Durante il Proibizionismo, l’industria della birra era stata messa fuori legge negli Stati Uniti. Tuttavia, nel 1933, con il 21° emendamento, il Proibizionismo fu revocato, e le persone poterono di nuovo godere di birra legalmente. Questo avvenimento rappresenta un momento simbolico di sollievo durante la Grande Depressione.
  7. Lezioni dalla Storia: La Grande Depressione ha insegnato le lezioni fondamentali sulla necessità di regolamentare i mercati finanziari e affrontare le disuguaglianze economiche. Queste lezioni hanno plasmato la politica economica per molte generazioni a venire.
  8. Il Ruolo della Speculazione: La speculazione finanziaria svolse un ruolo significativo nel crollo del 1929. L’illusione di guadagni facili contribuì a gonfiare la bolla speculativa che alla fine esplose, portando al crollo del mercato azionario.
  9. L’Arte durante la Crisi: Anche l’arte fu influenzata dalla Grande Depressione. Molti artisti espressero le loro esperienze e le loro opinioni attraverso opere d’arte. Il programma del New Deal finanziò anche artisti per creare opere pubbliche.
  10. Il Duro Impatto Globale: La Grande Depressione non fu solo un problema americano; ebbe un impatto su scala globale. I prestiti concessi dagli Stati Uniti ai paesi europei durante gli anni ’20 per la ricostruzione post-bellica furono interrotti, contribuendo all’aggravamento della crisi economica in Europa e all’ascesa di movimenti nazionalisti e autoritari.

La Grande Depressione del 1929 è un capitolo significativo nella storia economica e politica mondiale, e le sue conseguenze si sono riflesse a lungo termine sulla società e sull’approccio economico dei paesi.

Non perdere la formazione di Borsa con Webank SantePTrader.com

Laboratorio di trading intraday: le strategie e le tecniche utilizzate dai professionisti
About the author

Benvenuto da Sante Pellegrino, ho studiato Sociologia, ho conseguito un Master in BANKING & FINANCIAL MARKET Bond Trader, Market Maker e Managing Partner per Istituzioni Finanziarie dal 1998. Specialist in Direct Market Access, Mifid II ed ESMA, ho lavorato come PMO per Electronic Brokerage e High Frequency Firm. La mia competenza si estende anche alla programmazione di piattaforme come Tradestation, Multicharts, Bloomberg, Choerence By List e ORC By Itiviti. Nel 2003, ho creato la prima Trading Room Italiana autorizzata da BankIt & Consob con INTESATRADE (Banca Intesa). Ho formato oltre 2500 Trader, oltre 300 Consulenti Finanziari e oltre 150 Gestori e Trader Professional. Collaboro con WeBank, contribuendo allo sviluppo della piattaforma di trading T3. Speaker per Borsa Italiana, CME, Eurex, BCE, ed eventi ITF, TolExpò, CFNCNBC, LeFontiTV e Banche. Autore di SantePTrader.com, Founder di WorkatWallStreet.it. Esplora con me i mercati di Borsa da Piazza Affari a Wall Street!

Articoli Correlati

Mercati

Azionario