Settimana di fuoco per WALL STREET

Settimana di fuoco per WALL STREET

C’è attesa in USA per i dati sul PIL finale.

Il PIL in USA è uno degli appuntamenti più attesi dai TRADER PROFESSIONAL (SE VUOI DIVENTARE UN TRADER PROFESSIONAL NON PERDERE QUESTO APPUNTAMENTO).

Il PIL USA finale sarà il risultato sulla crescita economica del 2019 e sopratutto un sunto sullo stato di salute della stessa economia USA.

Le attesa sul PIL sono per un calo al 2%, rispetto al 3.1% ultimo dato.

Se il PIL venisse confermato in discesa al 2% sarà una reale dimostrazione del rallentamento economico in corso, il ché giustificherebbe la recente manovra sui Federal Funds Rate (Tassi di Interesse) della Federal Reserve Bank

A confermare tale ipotesi, l’annuncio del nuovo Quantitative Easing da parte di POWELL,  Presidente Federal Reserve Bank, avvenuo nell’ultimo FOMC (Federal Open Market Committee)

Quali le attese per l’indice S&P500

Il movimento del super indice S&P500 rimane tuttavia rialzista sino alla tenuta della zona supportiva di area 2950 prima e 2900 punti indice.

In questi minuti S&P500 ha gli indicatori di momentum in ipercomprato ed il primo test dei 2950 & 2900 punti indice se eseguito merita una osservazione approfondita.

In caso di tenuta della zona supportiva il probabile rimbalzo chiama la zona resistenziale di area 3040 e 3102 punti indice.

Un eventuale aumento della volatilità ed abbandono della zona supportiva porta come obiettivo 2825 & 2775 punti indice S&P500.

A conferma dei supporti e resistenze il grafico volumetrico.

L’S&P500 futures ha segnato in fase di trimestre precedente un insieme di Point of Control volumetrici fondamentali ed il loro superamento indicherà il movimento trimestrale appena iniziato.

Articoli Correlati

Mercati

Azionario