Caos Brexit: focus sui bancari

Dopo il terremoto dell’accordo sulla Brexit e l’ondata di dimissioni nel governo di Theresa May, l’Unione Europea avverte la tensione tra i suoi membri, visto l’aprirsi di un altro focolaio di pericolo. Prima vittima di questo caos è la sterlina inglese, ai minimi da due settimane su euro (cross a 0,8847) e dollaro (cross a 1,2771) mentre, proprio in chiave italiana, si registra volatilità anche sul cambio euro/dollaro tornato ora sopra 1,13 a 1,1302.

Anche Piazza Affari, protagonista di un difficile momento a causa della politica, respira un’aria non facile da gestire. Soprattutto sui bancari, a loro volta sotto pressione a causa di uno spread che è arrivato a superare i 315 punti nel primo pomeriggio contro i 310 della mattinata. Poco dopo le 15, Banca Generali perdeva il 3,15%, Mediolanum l’1,25%, Banco BPM l’1,5%, Carige a -5%, Bper -1%, Mps -2,63%, Unicredit -2,75 e Ubi a -1,56%.

Intanto il premier italiano Giuseppe Conte parlando da Abu Dhabi ha sottolineato la sua intenzione di chiedere la prossima settimana al presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker di non avviare nessuna procedura di infrazione come invece chiesto da Austria e Olanda, entrambe convinte del fatto che i target proposti nella legge di bilancio italiane siano irraggiungibili (in particolare i 18 miliardi di entrate previsti dall’incremento delle privatizzazioni) e la proiezione di crescita dell’1,5% per il 2019 sia irrealistica.

About the author

Benvenuto da Sante Pellegrino, ho studiato Sociologia, ho conseguito un Master in BANKING & FINANCIAL MARKET Bond Trader, Market Maker e Managing Partner per Istituzioni Finanziarie dal 1998. Specialist in Direct Market Access, Mifid II ed ESMA, ho lavorato come PMO per Electronic Brokerage e High Frequency Firm. La mia competenza si estende anche alla programmazione di piattaforme come Tradestation, Multicharts, Bloomberg, Choerence By List e ORC By Itiviti. Nel 2003, ho creato la prima Trading Room Italiana autorizzata da BankIt & Consob con INTESATRADE (Banca Intesa). Ho formato oltre 2500 Trader, oltre 300 Consulenti Finanziari e oltre 150 Gestori e Trader Professional. Collaboro con WeBank, contribuendo allo sviluppo della piattaforma di trading T3. Speaker per Borsa Italiana, CME, Eurex, BCE, ed eventi ITF, TolExpò, CFNCNBC, LeFontiTV e Banche. Autore di SantePTrader.com, Founder di WorkatWallStreet.it. Esplora con me i mercati di Borsa da Piazza Affari a Wall Street!

Articoli Correlati

Mercati

Azionario