Giorno della memoria 27 gennaio 1945

Giorno Della Memoria
27 gennaio 1945 il giorno della memoria, il giorno in cui le truppe dell’Armata rossa raggiunsero il campo di Auschwitz-Birkenau e liberarono quei pochi prigionieri ancora in vita. Primo Levi, che era tra i superstiti racconta "...non vi fù nulla da festeggiare!" Giorno della memoria La bambina dal cappotto rosso "La Speranza" Nel film Schindler’s List che denuncia il contesto di odio con cui fu consumato "l'olocausto", il regista Spielberg illumina la pellicola con il colore rosso del cappotto di una bambina che cammina sola mentre si consuma il più ignobile dei crimini. Il rosso è la Speranza, così Spielbergha firmato il suo capolavoro, capolavoro che in realtà è una memorabile denuncia di quanto accaduto! “Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre.” Primo Levi

27 gennaio 1945 il giorno della memoria, il giorno in cui le truppe dell’Armata rossa raggiunsero il campo di Auschwitz-Birkenau e liberarono quei pochi prigionieri ancora in vita.

Primo Levi, che era tra i superstiti racconta “…non vi fù nulla da festeggiare!”
Giorno della memoria
Giorno della memoria

La bambina dal cappotto rosso “La Speranza”

Nel film Schindler’s List che denuncia il contesto di odio con cui fu consumato “l’olocausto”, il regista Spielberg illumina la pellicola con il colore rosso del cappotto di una bambina che cammina sola mentre si consuma il più ignobile dei crimini.

Giorno della Memoria
Giorno della Memoria

Il rosso è la Speranza, così Spielbergha firmato il suo capolavoro, capolavoro che in realtà è una memorabile denuncia di quanto accaduto!

“Se comprendere è impossibileconoscere è necessarioperché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre.”

Primo Levi

Share the Post:

Related Posts