D-Day Fed

Fed Day…ma anche

Giornata ricca di appuntamenti quella dell’ultimo giorno di Luglio 2019.

Doccia fredda per l’Italia, stamattina il dato sulla dissocupazione ed il PIL Italico hanno evidenziano un arresto della crescita del bel paese.

Il Prodotto interno lordo Italiano infatti è rallentato dopo il «marginale recupero» congiunturale del primo trimestre 2019, ma non c’è da preoccuparsi perche anche nella zona Euro il Pil del II trimestre rallenta e si ferma a +0,2%.

Sul fronte delle trimestrali i risultati di POSTE ITALIANE che chiude il primo semestre 2019 con un utile netto in crescita del 4% a 763 milioni.

Il consiglio di Amministrazione di MEDIOBANCA approva così i risultati di esercizio 2018/2019 con un utile netto rettificato che sale dell’8% a 860 mln di euro.Ottimi anche i risultati di FIAT FCA che chiude il secondo trimestre 2019 con un utile netto a 0,8 miliardi di euro, adjusted a 0,9 miliardi di euro.

Passiamo alla FEDERAL RESERVE BANK che alle 20.00 di oggi comunicherà se tagliare o meno i Tassi d?Interesse dal 2.50% al 2.25%.

Un taglio dei Tassi rappresenta certamente un rallentamento economico, ma il suggerimento che offre TRUMP a POWELL è quello di calmierare la forza del DOLLARO al fine di intercettare maggiori investitori.

Nel Grafico precedente è facile intuire come in momenti di panico e stagniazione i tassi FED FUND INTEREST RATE ai minimi vengono utilizzati per rinvigorire l’economia e un taglio potrebbe quindi influire negativamente così come accaduto nel 2008.

Questa è solo analisi però e quindi occhio ai livelli di supporto e resistenza per il super indice di WALL STREET ovvero il SP500.

RESISTENZE a 3023 / 3053 / 3090

SUPPORTI a 2969 / 2915 / 2885

Articoli Correlati

Mercati

Azionario